Martedi 11 Agosto 2020 

Calendario

Agosto 2020
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Documenti Utili

 

bottone_iscrizione

 

Istruzioni  per i nuovi donatori

 

Sicurezza e Test:

accertamenti di laboratorio

Controllo Sanitario

 

Comunicati dal Centro Trasfusionale:

Info sanitarie rischio malattie infettive

Progetto Plasma Iperimmune

Consigli prima e dopo la donazione

 

 

I nostri numeri

rilevazione dati al 31/12/2014
Soci Donatori effettivi: 374
Nuovi iscritti nell'anno: 37
Soci donatori non più attivi: 34
Donazioni effettuate: 826
 
 

5xMille

 
 

In occasione della dichiarazione dei redditi o tramite il modello CUD metti la tua firma nel riquadro dedicato agli enti NO PROFIT e inserisci il Codice Fiscale nella nostra Sezione AVIS di Cesate che è il seguente:
97 119 060 156

 

 

 

 

Il tuo contributo è prezioso!

 

 

 

 

 

La plasmaferesi

E' la donazione più leggera (durata circa 30' circa), più fisiologica che ci sia, perchè priva soltanto della parte liquida del sangue, lasciandone intatta la parte corpuscolare (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine).

 


La parte liquida si riforma in sole 24/48 ore, contro il mese e mezzo necessario alla reintegrazione delle altre sostanze. Ovviamente ci sono alcuni accorgimenti da seguire, come bere almeno un litro e mezzo di acqua i giorni precedenti e quelli successivi alla donazione (d'estate meglio due litri), fumare meno e introdurre liquidi anche la mattina stessa della donazione (spremuta d'aranci o succo di frutta).

 

 

Si tratta di una donazione simile a quella di sangue intero: richiede un solo accesso venoso, da cui il sangue viene prelevato ed inviato in un circuito sterile, monouso, montato su uno speciale apparecchio che separe il componente da raccogliere restituendo immediatamente al Donatore, attraverso la stessa vena, globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.

A differenza degli altri tipi di donazione, la plasmaferesi non richiede una sospensione di tre anni dalla profilassi antimalarica, sempre che non ci siano sintomi di ritorno in Europa.

 

E' particolarmente indicata alle donne in età fertile, che subiscono periodicamente un calo del ferro, a tutti coloro che, pur entro le soglie consentite, abbiano scarse riserve di ferro e a tutti gli sportivi in buona salute, che con la plasmaferesi traggono vantaggio di mantenere valori di emoglobina (trasporto di ossigeno ai tessuti) pressochè costanti.