Giovedi 25 Aprile 2019 

Calendario

Aprile 2019
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5

Documenti Utili

 

bottone_iscrizione

 

Istruzioni  per i nuovi donatori

 

Sicurezza e Test:

accertamenti di laboratorio

Controllo Sanitario

 

Comunicati dal Centro Trasfusionale:

Info sanitarie rischio malattie infettive

Progetto Plasma Iperimmune

Consigli prima e dopo la donazione

 

 

I nostri numeri

rilevazione dati al 31/12/2014
Soci Donatori effettivi: 374
Nuovi iscritti nell'anno: 37
Soci donatori non più attivi: 34
Donazioni effettuate: 826
 
 

5xMille

 
 

In occasione della dichiarazione dei redditi o tramite il modello CUD metti la tua firma nel riquadro dedicato agli enti NO PROFIT e inserisci il Codice Fiscale nella nostra Sezione AVIS di Cesate che è il seguente:
97 119 060 156

 

 

 

 

Il tuo contributo è prezioso!

 

 

 

 

 

Chi dona sangue si sente meglio

Donare sangue fa bene alla salute. I volontari si sentono meglio, sono piu' attenti al proprio benessere e corrono meno rischi di ammalarsi. L'invito alla generosita' arriva da uno studio italiano su 300 donatori, pubblicato su 'Blood Transfusion'. La ricerca e' stata condotta da Massimo Franchini, direttore della Struttura complessa di immunoematologia e trasfusionale dell'Azienda ospedaliero-universitaria di Parma, da Maurizio Vescovi, medico di famiglia e presidente di Snamid (Societa' scientifica di medicina generale) Parma, e dalla psicologa clinica Marisa Mengarelli, con la collaborazione delle associazioni Adas e Avis.

Ai donatori del Centro trasfusionale dell'ospedale Maggiore di Parma e' stato somministrato un questionario ad hoc, al quale hanno risposto 300 volontari su 308 contattati, 50% uomini e 50% donne. Nel campione esaminato - riferisce una nota - la percezione globale di salute non ha mostrato differenze tra maschi e femmine, ed e' risultata migliore, in valore medio, rispetto a quella riscontrata in studi estesi alla popolazione regionale. I possessori di un titolo di studio superiore percepiscono in media una salute migliore, cosi' come le persone normopeso che si sentono fisicamente meglio rispetto ai sovrappeso.

"Nonostante la relativa esiguita' del campione analizzato - spiegano gli autori - e' possibile affermare che essere donatori di sangue aiuta ad acquisire una migliore percezione della salute fisica. Ulteriori ricerche, da effettuarsi in altri distretti territoriali, potranno contribuire all'arricchimento della conoscenza scientifica e permetteranno di sostenere o confutare le conclusioni raggiunte. I dati ricavati dallo studio potranno inoltre essere utilizzati nelle fasi di ideazione delle campagne di sensibilizzazione al dono".

Adnkronos Salute - ottobre 2010